Top Social

Image Slider

L'aroma terapia: i benefici e come praticarla

lunedì 16 ottobre 2017
Da uno scambio di e-mail, 
questa estate è nata l'idea di un guest post realizzato da Erika,
appassionata scrittrice ed amante di aromaterapia e benessere psico fisico. 
 
Ecco i suoi consigli per l'utilizzo dei diffusori per oli essenziali:
quale tipologia utilizzare in base ai propri bisogni?
Leggiamo insieme!
 .........................................

I profumi della natura hanno spesso la capacità di rievocarci ricordi o sensazioni, 
di cambiare il nostro stato d'animo, di farci calmare o risvegliare i nostri sensi
Non per niente, proprio da fiori e piante vengono estratti gli oli essenziali, ricchi di aromi.  
Hai mai sentito parlare di aroma terapia? 
L'aroma terapia è una branca della fitoterapia e si avvale proprio degli oli essenziali, naturali al 100%, per contrastare malanni, stadi di stress, insonnia e tanto altro.



  
L'aroma terapia viene praticata da millenni
ne troviamo traccia nella cultura egizia prima, e quella greca o romana dopo, dove gli oli distillati dalle piante venivano utilizzati per profumare gli indumenti, per purificare l'aria e nella preparazione di unguenti medicamentosi.

Gli oli essenziali naturali al 100%

L'aroma terapia si avvale quindi degli oli essenziali. Chiaramente non vanno intesi tali tutti quegli oli profumati che si posso trovare nei negozietti, specifici per profumare l'ambiente ma che di naturale hanno ben poco. Se vuoi praticare l'aroma terapia acquista oli essenziali naturali al 100%, che si ottengono dalla distillazione di erbe, fiori o foglie.  

Come praticare l'aroma terapia

Praticare l'aroma terapia non è difficile. 
I metodi sono 3: profumare l'ambiente o i tessuti
in modo da ottenere gli effetti benefici inalando l'aroma delle essenze;  
applicare l'olio direttamente sulla pelle e quindi praticare un massaggio per permetterne l'assorbimento; per via orale, praticando degli sciacqui con collutori a base di oli essenziali. 
Se negli ultimi due casi basta semplicemente prelevare la quantità di essenza necessaria direttamente dalla boccetta, per profumare l'ambiente i metodi sono diversi.  
Ci si può avvalere dei pot-pourri, preparati a casa facendo essiccare fiori o foglie e profumandoli con le gocce di olio essenziale. I diffusori con candela sono anch'essi degli ottimi prodotti: la candela scaldando l'acqua ne permette l'evaporazione, diffondendo l'essenza per tutta casa. Sempre più successo stanno riscuotendo i diffusori di oli essenziali. Si tratta di oggetti che hanno una doppia funzione: se da un lato permettono la vaporizzazione delle essenze, dall'altro fungono da complemento d'arredo. Il design è infatti sempre ben curato: se ne possono trovare modelli in legno, dalle forme che ci portano in oriente, ma anche con la funzione di lampada che diffondendo luci soffuse permettono di creare un'atmosfera ancora più rilassante
Puoi trovarne tantissimi modelli al sito diffusoreoliessenzialiclick.com


E dopo una lunga giornata di lavoro? 
Non c'è niente di meglio che di un bel bagno profumato con gocce di olio essenziale.

Ad ogni disturbo il suo olio essenziale

L'aroma terapia non va praticata a casaccio.  
Per ogni disturbo vi è infatti un'olio indicato
Se ad esempio hai un raffreddore, per aiutare a liberare le vie respiratorie puoi fare dei suffumigi con gocce di eucalipto, o applicare direttamente l'olio sul petto. Se sei un po' giù e vuoi darti una bella svegliata, profuma l'ambiente con essenza di limone.  
L'aroma terapia è particolarmente efficace nelle situazioni di stress
dove essenze come sandalo, basilico e camomilla possono aiutarci a rilassarci.  
Infine l'aroma terapia viene in soccorso anche a chi a problemi di concentrazione e memorizzazione: in questo caso, vari studi hanno dimostrato come l'essenza di rosmarino ci aiuti a migliorare le nostre capacità cognitive e di memorizzazione.
 
Erika
............................................



*Come tutte le sostanze,
alcuni composti naturali possono presentare un rischio di allergie nei soggetti sensibili.
Come regola generale, fate sempre una prova all'interno del gomito, almeno 48 ore prima dell'uso.
Proprietà, indicazioni e modalità di utilizzo sono derivati da libri  di aromaterapia e fitoterapia. Tuttavia, queste informazioni sono solo a scopo informativo, non costituiscono in alcun modo informazioni mediche. Per utilizzare gli oli essenziali, oli vegetali o piante a scopo terapeutico, ricordate di consultare sempre un medico.

Un frutto millenario: il Cachi, per #seguilestagioni

giovedì 5 ottobre 2017
Dolci, dolcissimi, 
con i colori di un viale d'autunno rivestito di foglie: 
stiamo parlando dei Cachi.


Della famiglia delle Ebenacee, il suo nome botanico Diospyros kaki deriva dal greco: 
è costituito dall'accostamento di due parole Diòs (riferito al dio Giove) e pyròs (frumento); 
letteralmente: il frumento di Giove. 

Sebbene diffusissimo in Italia, il Cachi ha origini orientali e vanta una tradizione millenaria: 
la pianta infatti è una delle più antiche ad essere coltivate dall'uomo.
Dalla Cina, fece la sua comparsa nelle terre americane ed europee solo verso la metà dell'Ottocento.
Pare che in Italia il primo albero di cachi  fu coltivato nel giardino di Boboli nel 1871.


Il frutto va mangiato quando ha raggiunto la completa maturazione, altrimenti ‘allappa’ la lingua.
La polpa è una delizia ed ha la consistenza di una marmellata.
è ricco di vitamine A, B, C ed E, carotenoidi e componenti antiradicali liberi; 
minerali tra cui calcio, ferro, 
fosforo, selenio, zinco, rame, sodio, magnesio e potassio.


 Quali sono le proprietà del frutto?
Ricostituente e rigenerante.
Antirughe, antiossidante, antiradicali liberi,
grazie alla presenza di vitamina E,  carotenoidi, combatte l'invecchiamento cutaneo.

Nutriente, prepara delicatamente la pelle all'esposizione al sole o al freddo intenso.

Indicazioni
*Prevenzione delle rughe
*Cura della pelle delicata, secca, sensibile, fragile e danneggiata (screpolata, ecc.)


 {Maschera Viso ai Cachi}
 Con l'aiuto di un pestello o un semplice cucchiaio,

schiacciate una piccola parte di frutto fino a ottenere una polpa omogenea.

Con un pennello distribuite la maschera su viso e collo.
Tenete su per circa 10/15 minuti,
dopodiché sciacquate delicatamente con acqua tiepida.

La maschera non può essere conservata,
quindi preparate solo la quantità necessaria. 


Opzione alternativa:
 Alla polpa unite alla polpa 2 cucchiaini di argilla bianca o rosa,
 e 1 di gel di aloe vera fino a formare un impasto omogeneo.
Se l'argilla inizia a seccare sul viso potete togliere via 
prima del tempo necessario.


...............................................................
Prosegue il nostro appuntamento con la lista della spesa,
che include, come sapete, anche piante e fiori in vegetazione,
mese per mese.

Obbiettivo:
 Divulgare il messaggio che è importante rispettare il ritmo delle stagioni per una scelta sana e consapevole dei prodotti realmente stagionali da portare in tavola.

Questa è la lista della spesa di Ottobre #seguilestagioni
(a cura di Anna Marangella)



Le amiche blogger che questo mese partecipano al progetto:
Anna Marangella - Ultimissime dal forno
Simona Milani - Pensieri e Pasticci
Lisa Verrastro - Lismary's cottage
Enrica Coccola - Coccolatime
Susy May - Coscina di pollo
Alisa Secchi - Alise Home Shabby Chic
Beatrice Rossi - Beatitudini in Cucina
Silvia Messina - Vita da Fata Ignorante
Miria Onesta - Due Amiche in Cucina



*Come tutte le sostanze,
alcuni composti naturali possono presentare un rischio di allergie nei soggetti sensibili.
Come regola generale, fate sempre una prova all'interno del gomito, almeno 48 ore prima dell'uso.
Proprietà, indicazioni e modalità di utilizzo sono derivati da libri  di aromaterapia e fitoterapia. Tuttavia, queste informazioni sono solo a scopo informativo, non costituiscono in alcun modo informazioni mediche. Per utilizzare gli oli essenziali, oli vegetali o piante a scopo terapeutico, ricordate di consultare sempre un medico.

Olio vegetale di Albicocca per #seguilestagioni

lunedì 10 luglio 2017

Originario della Cina,
 l'Albicocco è un albero della famiglia delle Rosaceae,
la stessa famiglia del pesco, del ciliegio e del mandorlo.
Il suo nome botanico è Prunus armeniaca...si credeva infatti che venisse dall'Armenia.
"Albicocco" deriva invece dalla parola araba "albarquq" che significa "presto"
...è infatti tra le prime fioriture in primavera.


L'olio di albicocca è ottenuto dalla pressione a freddo dei semi;
è ricco di acido oleico, vitamina A (responsabile del colore dell'olio e potente antiossidante) 
ed E (alfa-tocoferolo,antiossidante naturale).

Oltre ad essere nutriente e ammorbidente, l'olio di albicocca restituisce luminosità e tonicità alla pelle.
Rigenerante e anti-essiccante, contribuisce a ritardare gli effetti dell'invecchiamento.


{Proprietà}
Rafforza la barriera della pelle e migliora la micro circolazione;
azione anti-infiammatoria, protegge contro i danni dei raggi UV.
Ottimo dopo sole.
Molto nutriente, rende la pelle morbida ed elastica.
Rigenerante e rivitalizzante, combatte gli effetti dell'invecchiamento.
Illuminante, dona immediatamente un colorito sano.
Tonificante, ammorbidisce anche la pelle più secca.
Emolliente, rafforza il film idrolipidico, protegge dalla disidratazione.

{Indicazioni}
Pelle opaca, stanca, secca.
Presenza di rughe (collo, viso e mani)
Pelle atona e devitalizzata.


In sinergia con tutti gli oli vegetali, 
costituisce una base eccellente per le miscele di oli essenziali e massaggi.
Per pelle mista o normale: jojoba, canapa, nocciola e macadamia
Per un olio nutriente e anti-invecchiamento adatto per la pelle secca: 
rosa canina, borragine e fico d'india
Per la pelle molto secca: burro di karitè e cacao, olio di germe di grano.
.................................................
 
Anche questo mese ci ritroviamo qui,
con il nostro appuntamento con la lista della spesa,
che include, come sapete, anche piante e fiori in vegetazione.
Obbiettivo: 
"Divulgare il messaggio che è importante rispettare il ritmo delle stagioni per una scelta sana e consapevole dei prodotti realmente stagionali da portare in tavola"
{Antonella Manfredi}

Questa è la lista della spesa di Luglio #seguilestagioni
(a cura di Anna Marangella)

Spero che il progetto vi piaccia!
Cliccate qui se avete perso la lista dei mesi precedenti,
troverete la pagina fb dedicata.

Le amiche blogger che questo mese partecipano al progetto:
Anna Marangella - Ultimissime dal forno
Simona Milani - Pensieri e Pasticci
Lucia Locatelli - La gallina Rosita
Lisa Verrastro - Lismary's cottage
Enrica Coccola - Coccolatime
Susy May - Coscina di pollo
Alisa Secchi - Alise Home Shabby Chic
Beatrice Rossi - Beatitudini in Cucina
Ely Valsecchi - Nella cucina di Ely
Silvia Messina - Vita da Fata Ignorante
Miria Onesta - Due Amiche in Cucina
Adrialisa Ferranti - Sento i pollici che prudono

*Come tutte le sostanze,
alcuni composti naturali possono presentare un rischio di allergie nei soggetti sensibili.
Come regola generale, fate sempre una prova all'interno del gomito, almeno 48 ore prima dell'uso.
Proprietà, indicazioni e modalità di utilizzo sono derivati da libri  di aromaterapia e fitoterapia. Tuttavia, queste informazioni sono solo a scopo informativo, non costituiscono in alcun modo informazioni mediche. Per utilizzare gli oli essenziali, oli vegetali o piante a scopo terapeutico, ricordate di consultare sempre un medico.

La Gardenia, per #seguilestagioni

lunedì 5 giugno 2017

I fiori bianchi hanno il profumo più narcotico di tutti i fiori:
lussureggiante, opulento e veramente inebriante,
quasi un codice di femminilità intensa.


Alcuni dicono che ricordi il Gelsomino per le sue note floreali inebrianti,
ma il profumo della Gardenia è un universo a sè.
Le note bianche e voluttuose sono come un fiume lattiginoso, morbido e avvolgente;
sottili sfumature di intensa seduzione.
Un côté verde e pungente a fiore appena schiuso,
lascia una scia di accordi dolci e decadenti al raggiungimento della completa fioritura.

La Gardenia simboleggia l'amore, l'armonia e la grazia.

La Gardenia, della famiglia delle Rubiaceae, bellissimo arbusto decorativo con fragranti fiori bianchi, deve il suo nome al botanico Alexander Garden.
Originaria delle regioni dell'Estremo Oriente, dell'India e della Cina:
come il gelsomino, tradizionalmente, i fiori vengono utilizzati per aromatizzare il tè.

 Mediante estrazione con solvente si ottengono,
dai fiori freschi, un'essenza assoluta ed un'essenza concreta.
All'aspetto è un liquido oleoso giallo scuro,
con profumo dolce, ricco, floreale.

Purtroppo nessuno dei tentativi di produrre su larga scala
un olio essenziale naturale, ha avuto successo,
per cui nell'industria del profumo è possibile utilizzare la gardenia solo come estratto di fiore secco;
a causa dei costi di estrazione proibitivi, quasi tutti gli oli di gardenia sono prodotti sintetici,
usati per lo più per la grande distribuzione.
Miscelando oli essenziali, si può arrivare ad emulare il profumo naturale di gardenia,
rimanendo molto lontani (secondo me) dal suo aroma dolce, intenso e setoso

Impiegata in profumi di alta classe, dall'allure orientale,
la Gardenia si armonizza bene in miscele con ylang ylang,
 gelsomino, tuberosa, neroli, rosa, oli speziati e agrumati.
 

La gardenia comprende circa 200 specie di piante arbustive,
ma le più conosciute sono la grandiflora e la jasminoide.

Un capitolo a parte andrebbe dedicato alla Gardenia tahitensis:
vive nelle zone tropicali, dove la temperatura minima non scende mai al di sotto dei 10°.
Le sue foglie lucide e lisce, di un verde intenso fanno da sfondo a candidi e grandi fiori bianchi,
emblema dell'isola di Tahiti e di tutta la Polinesia francese.
Stiamo parlando dei fiori di Tiaré!
 
Ma questo...è un altro post ^_^
 

Prosegue il nostro appuntamento con la lista della spesa,
che include, come sapete, anche piante e fiori in vegetazione,
mese per mese.

Obbiettivo:
 Divulgare il messaggio che è importante rispettare il ritmo delle stagioni per una scelta sana e consapevole dei prodotti realmente stagionali da portare in tavola.
{Antonella Manfredi}

Questa è la lista della spesa di Giugno #seguilestagioni
(a cura di Anna Marangella)

Continuate a seguirci mese per mese!
Cliccate qui se avete perso la lista dei mesi precedenti,
troverete la pagina fb dedicata.

Le amiche blogger che questo mese partecipano al progetto:

Anna Marangella - Ultimissime dal forno
Simona Milani - Pensieri e Pasticci
Lucia Locatelli - La gallina Rosita
Lisa Verrastro - Lismary's cottage
Enrica Coccola - Coccolatime
Susy May - Coscina di pollo
Alisa Secchi - Alise Home Shabby Chic
Beatrice Rossi - Beatitudini in Cucina
Ely Valsecchi - Nella cucina di Ely
Silvia Messina - Vita da Fata Ignorante
Miria Onesta - Due Amiche in Cucina
Adrialisa Ferranti - Sento i pollici che prudono
............................. 

Featured on Bridal Musings!

mercoledì 3 maggio 2017


Solo dopo aver stretto l'editoriale nelle mie mani 
e sfogliato con insaziabile curiosità,
persa nell'eco melodioso dei preziosi dettagli di ogni pagina,
ho realizzato di aver fatto parte di un sogno...
anzi di un Doppio Sogno-The Secret Garden.

"Una storia di amore e fuoco,
di magia e di oro, di passione e vita
in un giardino di luce, acqua e vento"

Siamo onorati di essere oggi su Bridal Musings!

Il mio contributo olfattivo
con i profumi solidi custoditi nello scrigno oro,
scelti come favors da donare agli invitati.
 







{Seduzioni}


The Nuptial Banquet

Inside the garden there is an ancient greenhouse, where we chose to set up the nuptial banquet.
Handmade plates, pieces of cutlery, stationery: all of these things draw inspiration from the alchemic symbol of gold.

As for the stylistic choices were concerned, we used empire chandeliers, brass candle holders, rich floral arrangements, candles, fruit and berries, soft fabrics, in order to strengthen the contrast with the decadent industrial structure of the greenhouse.

A luxurious, eclectic style, all surrounded by the charm of the ancient.


























Lasciamoci conquistare dalla bellezza 
2become1 interpreta l'editoriale wedding di maMa mariage,
vol. 1 Gold edition.
Nato dal concept esclusivo di BiancoAntico Wedding e cristallizzato in foto da Monica Leggio,
l'editoriale esprime un inedito modo di fare e pensare matrimoni. Scopri ogni dettaglio, acquistando il volume 1 di maMa mariage qui: https://www.readmariage.it/negozio/
L'editoriale wedding firmato da:
Produzione maMa mariage
Concept, planning, styling BiancoAntico Wedding
Foto Monica Leggio
Videography 2become1
Venue Relais Villa Lina
Flower design Nina Eifiori
Props, arredi, allestimenti Succi, creazioni d'interni
PR Francesca Garavini
Stationery CUTandPASTE - laboratorio creativo
Abito sposa La jolie fille
Abito sposo Antonella Rossi Roma
Favors-profumi La mia casa nel vento
HMUA Manola Spaziani
Tiara Guinevere Vines




Fiori d'Arancio per #seguilestagioni

lunedì 3 aprile 2017
"Ancora non se n'è andato l'inverno
e il melo appare trasformato d'improvviso
in cascata di stelle odorose"
[Pablo Neruda]

La Primavera...è una sorta di turbinio,
una danza della natura che ammalia e conquista.

Simbolo d'amore puro e della primavera stessa:
il Fiore d'Arancio
è il mio protagonista di aprile per #seguilestagioni,
il nostro appuntamento con la lista della spesa,
che include, come sapete, anche piante e fiori in vegetazione,
mese per mese.

L'Assoluta di fiori d'arancio è uno degli ingredienti più costosi in profumeria.
Viene estratto dai fiori dell'arancio amaro, che una volta distillati, danno olio di neroli.
Grazie all'utilizzo di solventi particolari si ottiene l'assoluta di fiori d'arancio.

L'olio ottenuto è arancio scuro, un fluido leggermente viscoso;
intensamente floreale e allo stesso tempo intenso e delicato,
ricco e fresco.
Sottile ed legante impartisce freschezza al blend floreale insieme a una grande tenacia.
Viene utilizzato largamente nei profumi orientali,
così come per colonie agrumate e floreali, oppure chypre.


Venne introdotto nel Mediterraneo dopo le conquiste Arabe nel X e XI secolo.
Per i successivi cinque secoli, l'arancio amaro fu l'unico noto agli europei.
Il nome neroli è attribuito ad una principessa, membro della distinta famiglia italiana degli Orsini, che introdusse l'essenza presso le corti d'Europa verso la fine del XVII secolo.
La principessa Neroli rese famosa l'essenza di arancio amaro utilizzandolo come profumo.

I fiori richiedono un trattamento molto delicato:
devono essere raccolti in una calda giornata di sole,
non appena i boccioli iniziano ad aprirsi.
I boccioli ancora chiusi rendono l'olio meno pregiato e rilasciano un odore "verde",
mentre fiori troppo aperti da troppo tempo tendono a svanire rovinandosi durante trasporto e stoccaggio.


{Proprietà}
Antibatterico, tonico digestivo, stimola fegato e pancreas.
Disturbi digestivi, insufficienze pancreatiche.
Per disturbi gastrointestinali:
massaggiare 2 o 3 gocce di olio di neroli sul ventre.
 
Aiuta ad abbassare la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca.

Ottimo per combattere stress, insonnia, tensione nervosa,
attacchi d'ansia e di panico, palpitazioni.
Sedativo, antidepressivo.
Ripristina la vitalità e la fiducia, sviluppa la gioia.
Afrodisiaco.
 
Migliora la grana e l'aspetto della pelle.
Ottimo per la pelle matura o in presenza di rughe più in generale.

Per pelli sensibili, rosacea; cicatrici e smagliature. 
Applicare 2 o 3 gocce diluite in un cucchiaio di olio vegetale di rosa canina; applicate ogni giorno.

Per contrastare stress e fatica:
massaggiare lungo la colonna vertebrale, il plesso solare e le piante dei piedi, diluito in olio vegetale.

In cucina, l'olio essenziale di Neroli regala un potente aroma di fiori d'arancio
(di solito 1-2 gocce sono sufficienti per una preparazione).
E' particolarmente popolare per i dolci e,
in particolare, in combinazione con frutta fresca,
per profumare una marmellata,
nella pasticceria secca, con le meringhe
e anche in salse agrodolci.



Obbiettivo del nostro progetto:
Divulgare il messaggio che è importante rispettare il ritmo delle stagioni per una scelta sana e consapevole dei prodotti realmente stagionali da portare in tavola.

Questa è la lista della spesa di Aprile #seguilestagioni
(a cura di Anna Marangella)

Se vi fa piacere salvate la lista ^_^
Oppure potete stamparla per averla sempre a portata di mano!
 
Cliccate qui se avete perso la lista dei mesi precedenti,
troverete la pagina facebook dedicata.

Le amiche blogger che questo mese partecipano al progetto:
Ultimissime dal forno – Anna
Pensieri e pasticci – Simona
La mia casa nel vento – Maria
Alisa Design, Sew and shabby chic – Annalisa
Lismary’s cottage – Lisa
Coccola Time – Enrica
Sento i pollici che prudono – Adrialisa
Coscina di pollo – Susy
Beatitudini culinarie – Beatrice
Nella cucina di Ely Ely
............................. 
 
*Come tutte le sostanze,
alcuni composti naturali possono presentare un rischio di allergie nei soggetti sensibili.
-Come regola generale, fate sempre una prova all'interno del gomito, almeno 48 ore prima dell'uso.
-Proprietà, indicazioni e modalità di utilizzo sono derivati da libri  di aromaterapia e fitoterapia. Tuttavia, queste informazioni sono solo a scopo informativo, non costituiscono in alcun modo informazioni mediche. -Per utilizzare gli oli essenziali, oli vegetali o piante a scopo terapeutico, ricordate di consultare sempre un medico.

- Usare con cautela e per brevi periodi. Chiedere il parere di un medico in caso di reazioni inattese.
- Tenere fuori dalla portata dei bambini.

Auto Post Signature

Auto Post  Signature